Menú Gluten Free. Le nostre proposte.

Di seguito vi elenchiamo le nostre proposte di menú Gluten Free.
Sono delle idee ma non esitate a suggerirci abbinamenti diversi a secondo dei vostri desideri!

Antipasto
Polipo alla Luciana
Insalata di mare
Pepata di cozze
Zuppa di cozze
Zucchine marinate con gamberetti e scaglie di grana
Salmone agli agrumi

Primi
Pappardelle con gli scampi o con Astice
Maccheroncini ai frutti di mare
Linguine alle vongole
Risotto ai frutti di mare

Secondi
Filetto di spigola arrosto
Tagliata di tonno con rucola grana e pomodorini
Seppie arrosto con rucola grana e balsamico
Filetto di orata al forno
Astice arrosto
Pesce fresco

Cenone di San Silvestro 2013. Il Menù

Salmone agli Agrumi, Carciofi fritti con Seppie e Ricotta, Sufflè di Pesce Spada e Melanzane
Bocconcini di Pescatrice alle mandorle
Fagottini di Zucca e Baccalà, Cozze Gratin
Risotto ai crostacei
Paccheri con seppie, pomodori secchi e crema di fave

Seppie con Rucola Grana e Balsamico, Spuma di Baccalà, Spada alla Griglia con Salsa allo zafferano

Salmone arrosto su Guazzetto al Pepe Rosa e Pomodori Confit
Cotechino in Sfoglia e Lenticchie

Frutta

Dolce di San Silvestro

Vno Cantina Barone Martucci
Bevande, Caffè e Amari

Costo a Persona € 60,00

L’intrattenimento è affidato alla Compagnia “Il Teatro a La Carte” – Rimini

Ci piace creare allestimenti personalizzati per ogni occasione. Questo è quello di San Silvestro 2012. E quest’anno?

Allestimento della tavola per la cena di Capodanno

Allestimento della tavola per la cena di Capodannoque

Bigoli freschi con Cernia e Ciliegini

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di bigoli freschi – 1 spicchio d’aglio in camicia – prezzemolo – 1/2 bicchiere di vino bianco secco – 250g di pomodori ciliegino – 400 gr di filetti di cernia – olio evo – sale – pepe.

Soffriggere in una padella l’aglio schiacciato con 2 cucchiai di olio, tagliare a cubetti i filetti di cernia e versarli in padella facendoli cuocere per pochi minuti. Aggiungere il vino bianco e farlo sfumare. Unire i pomodorini tagliati a metà, salare e cuocete per 10 minuti.
Nel frattempo cuocete i bigoli al dente in abbondante acqua salata.
A fine cottura del pesce aggiustate di sale e pepe, unite il prezzemolo tritato, la pasta lessata al dente (ma non scolata perfettamente), saltatela per qualche minuto e servite subito.

Buon Appetito!

Le torte

Allestimenti per le feste dei bambini

Torta di Caramelle

Torta a due piani di caramelle gommose

La Mise en Place nel giorno di Natale

La Magia del Natale è ormai nell’aria. I preparativi delle feste in famiglia si susseguono alla corsa all’acquisto dell’ultimo “pensierino” (in aria di crisi non si può certo definirli regali!) da scambiarsi sotto l’albero la notte di Natale. Ogni occasione è buona per trascorrere divertenti serate in compagnia di vivaci amici e degustare intorno a una tavola imbandita prelibatezze preparate con cura.

Pochi gli ingredienti che caratterizzano la ricetta segreta per una festa di sicuro successo: Naturalezza, Autenticità, Buon Gusto.

Ricevere gli amici è una passione e la tavola è la conditio sine qua non di questo nuovo stile del ricevere. Il primo segno che trasforma un’allegra occasione conviviale in un evento ricco di atmosfera. Seguire qualche regola è essenziale per stupire i propri ospiti e apparire come la perfetta padrona di casa. Ecco come.

 Cominciamo dalla Mise En Place, ossia il modo più opportuno per apparecchiare la tavola.

 La Tavola di Natale  è diventata ormai formale come quella di un ricevimento. La Tovaglia sarà in tinta unita con i tovaglioli coordinati, piegati a rettangolo e posizionati alla sinistra del piatto, accanto alle forchette. Ma se lo spazio è poco è preferibile adagiare il tovagliolo sul piatto, perché no, legato da un lega tovagliolo fatto da voi, ma senza cimentarvi in cigni e ventagli decisamente anni ’80!

 I Sottopiatti sono sempre di grande effetto. Potete sceglierli nella tonalità che richiami il colore della vostra tavola oppure in tinta unita, in porcellana, argento o vetro. Di certo Natale è l’occasione giusta per tirare fuori anche quelli ricevuti per regalo alle nozze o in eredità da una zia.

Sul sottopiatto accosterete sempre solo un piatto piano su cui poggiare la pietanza già impiattata o un altro piatto se la prima pietanza è servita nel piatto da portata.

Una chicca che lascerà di stucco i vostri ospiti sarà posizionare, tra il sottopiatto e il piatto piano, un cuscinetto in gommapiuma, magari ricamato, che attutirà il rumore delle stoviglie al cambio di portata. So chic!

 Le Posate (che siano lucidate!) si posizionano ai lati del piatto e si utilizzano in sequenza dall’esterno verso l’interno. Le forchette allineate a sinistra e i coltelli, con i cucchiai, a destra con le lame rivolte verso il piatto. Nel caso in cui il menù preveda delle ostriche, la forchetta adatta va posizionata accanto ai coltelli.

 Veniamo ai Bicchieri. Rappresentano l’elemento decorativo e affascinante della tavola. Il luccichio dei cristalli, la naturale trasparenza del materiale e il gioco di altezze dei calici donano alla tavola raffinatezza ed eleganza.  Pertanto sceglieteli con cura! Posizionati in alto a destra, sopra i coltelli, saranno almeno due: il bicchiere da acqua e il calice da vino. Se in tavola è previsto un vino rosso e uno bianco, allora i calici saranno due. Il bicchiere da acqua vicino al piatto, mentre dietro i calici.

 Il Piattino da Pane, di rigore nelle tavole formali, può essere anche comodo per contenere le briciole e non spargerle sulla tavola, va posizionato in alto a sinistra. Se vi sembra troppo cerimonioso potete ometterlo, ma ricordate che il pane si porta a tavola con il secondo!

 Tenete a portata di mano i Piattini per il dolce  e le relative posate, ma ricordate di sbarazzare tutto ciò che non serve prima di servirlo: piatti, posate, pane, olio, vino. Se avete già preparato e pulito tutto ciò che vi serve per il dessert dovrete solo portarlo in tavola e disporlo senza trascurare per molto tempo i vostri ospiti.

 Ora il tocco finale: il Centrotavola. In questo caso la fantasia non ha limiti e denota sempre un elemento decorativo che impreziosirà la tavola, soprattutto se fatto da voi. Potete scegliere tra composizioni di fiori freschi, di sole foglie verdi, fiori galleggianti in vasi di vetro bassi, petali sparsi sulla tovaglia, illuminati da candele in bicchierini di vetro o su candelabri: creano sicuramente un’atmosfera suggestiva e donano calore alla tavola e un’attenzione in più all’accoglienza dei vostri ospiti.

 Insomma, la tavola rappresenta un piccolo momento di follia, una scena teatrale dove voi sarete le protagoniste sulla scena. Raccoglierete applausi dedicati a voi e al vostro estro personale.

Come sottolineava sempre Lina Sotis “Gli eventi sono come le belle donne, amano far parlare di sé!”

                                                                                                                                                                                  La Paranza Event

Allestimento per le feste dei bambini

La Zuppa di Pesce…come la facciamo noi!

1,5 kg di pesce misto da zuppa (gallinella, pescatrice, lucerna, cernia, scampo, totano, scorfano, seppia, vongole, cozze)

1 cipolla

1 costa di sedano

1 dl di olio di oliva

500 gr di pomodori pelati

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio di aglio

sale e pepe q.b.

fette di pane riposato

Le dosi indicate sono per circa 6 persone

Pulite i pesci privandoli delle interiora e delle squame e pulite anche i totani e le seppie; lavate i molluschi e se necessario lasciateli spurgare.

Tritate la cipolla e la costa del sedano e fate soffriggere in una casseruola con l’olio. Appena hanno preso colore aggiungete le seppie ed i totani e lasciateli sobbollire nel liquido che rilasceranno.

Quando il fondo di cottura si sarà addensato versate i pomodori pelati a pezzi, mescolate e lasciate sobbollire per una decina di minuti.

A questo punto è possibile aggiungere i pesci e, poco dopo, anche i molluschi. Incoperchiate e continuate la cottura a fuoco basso per 20-30 minuti mescolando di tanto in tanto, facendo molta attenzione a non rompere i pesci!

Spolverizzate con il prezzemolo tritato e regolate di sale e pepe poco prima di fine cottura.

Nel frattempo fate abbrustolire le fette di pane ed insaporitele sfregandole con uno spicchio di aglio.

Servite la zuppa di pesce calda con il pane abbrustolito.

                      Come la facciamo noi!In questo caso leccarsi le dita è d’obbligo!

Spaghetti al sugo di cernia

 Gr. 350 spaghetti, gr. 400 filetti di cernia, una cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco secco, gr. 250 di sugo di pomodoro, prezzemolo tritato, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

In una padella fate appassire a fuoco dolce la cipolla tritata e il prezzemolo con quattro cucchiai di olio; unite i pezzetti di cernia e fateli rosolare qualche minuto; bagnate con il vino, fate evaporare e aggiungete la salsa di pomodoro, salate, pepate e fate cuocere il tutto per circa 15 minuti. Cuocete gli spaghetti al dente e conditeli con il sugo della Cernia.